Una folla di decine di migliaia di persone ha partecipato, ieri sera, a Tunisi, alla cerimonia per ricordare Mohamed Brahmi, a 40 giorni dal suo omicidio, e per rilanciare la sfida al governo.

La manifestazione, che si è svolta nella piazza del Bardo (davanti al palazzo dell'Assemblea costituente) sino alla tardissima serata, è cominciata con l'esecuzione dell'inno nazionale, tra lo sventolio di migliaia di bandiere tunisine.

Sul palco degli oratori si sono alternati molti esponenti delle opposizioni, i quali hanno ribadito la saldezza dell'alleanza stretta in funzione antigovernativa e l'intenzione di andare avanti nell'azione per costringere l'esecutivo a dimettersi. Uno dei leader della protesta, Hamma Hammami, ha annunciato che a partire da domani saranno organizzati in tutto il Paese dei sit in di protesta e che alcuni dei deputati che da tempo disertato le sedute della Costituente cominceranno lo sciopero della fame.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.