Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia e l'Esercito tunisini sono intervenuti, in forza, in piazza del Bardo, nel centro di Tunisi, per disperdere i deputati autosospesi ed i loro sostenitori. Secondo alcuni deputati, l'intervento delle forze di sicurezza è stato durissimo e decine di oppositori sono rimasti feriti. Tra essi il deputato Noomane Fehri, che, stando a quanto riferito da suoi colleghi, ha subito gravi lesioni alla colonna vertebrale.

Testimoni hanno riferito che la polizia ha usato contro i manifestanti i taser, le pistole elettriche paralizzanti. Molti dei feriti sono stati trasferiti nell'ospedale cittadino Charles Nicolle e nel reparto di ortopedia di quello di Mohamed Kassab, a La Manouba.

Sempre stando a notizie fornite dall'opposizione, i feriti hanno subito soprattutto fratture alle mani ed alle gambe, causate da manganellate. In tutta la zona della piazza, per evitare ai manifestanti di avvicinarsi al Palazzo dell'Assemblea costituente, sono state stese barriere di filo spinato che, in qualche caso, hanno di fatto ingabbiato gruppi di oppositori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS