Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nella sola giornata di oggi, a causa degli incidenti, provocati soprattutto da bande di saccheggiatori che hanno approfittato per agire della tensione legata ai funerali di Chokri Belaid, le forze di polizia hanno arrestato a Tunisi 230 persone, tutte molto giovani (dai 16 ai 25 anni).

Tra essi ci sono anche alcuni di quelli che, nel pomeriggio, mentre si tenevano le esequie di Belaid, hanno provocato l'intervento della polizia, verso cui hanno fatto nutriti lanci di sassi, raccolti anche dentro il cimitero di Djellaz.

Il numero degli arresti, comunque, secondo il Ministero dell'Interno, è destinato sensibilmente a crescere in base all'esame delle riprese e delle fotografie fatte durante i disordini.

La polizia ha anche sequestrato un gran numero di oggetti atti ad offendere, come lame e coltelli, oltre a sacchi ricolmi di pietre da usare contro le forze dell'ordine.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS