Navigation

Tunisia: scontri in mercato Tunisi, bande distruggono negozi

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 febbraio 2011 - 15:58
(Keystone-ATS)

Incidenti sono in corso a Tunisi, nella zona del mercato centrale. Secondo quanto riferito all'agenzia di stampa italiana ANSA da testimoni oculari, bande di giovani stanno distruggendo, anche incendiandoli, numerosi esercizi commerciali ed il mercato ha chiuso i battenti.

La gente é in preda al panico e sta fuggendo dalla zona, che dista poche centinaia di metri dalla centralissima Avenue Bourguiba.

Negli incidenti della scorsa notte, riferiscono fonti giornalistiche locali citando una nota del ministero dell'Interno, sono rimaste ferite cinquantuno persone.

Negli incidenti, riferisce una fonte autorizzata del ministero dell'Interno, sono rimasti feriti ventuno agenti di polizia.

La nota riferisce che é stata parzialmente incendiata la direzione di settore della polizia di pronto intervento e sono stati saccheggiati un posto della polizia della strada ed uno della polizia, tutti nei pressi del ministero.

Nel parcheggio di quest'ultimo sono state incendiate numerose autovetture, di servizio e private. I dimostranti hanno anche saccheggiato, incendiandolo parzialmente, il supermercato Monoprix, in Rue Charles de Gaulle e saccheggiato il supermarket Magasin Général sull'Avenue de France.

Attaccata anche la sede dell'ufficio delle Finanze, saccheggiato un negozio della società telefonica Orange, danneggiate e derubate molte autovetture private. I dimostranti, riferisce il ministero, erano in maggioranza giovani studenti liceali o universitari.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.