Il presidente della Repubblica tunisina ad interim, Foued Mebazaa, su proposta del premier, Beji Caid Essebsi, ha nominato Habid Essid nuovo ministro dell'interno. Lo riferisce la Tap. Essid subentra a Farhat Rajhi, che era stato nominato il 27 gennaio, nel secondo governo provvisorio dopo la caduta del regime.

L'avvicendamento alla guida del delicatissimo dicastero dell'interno tra Habid Essid e Farhat Rajhi è stato oggetto solo di uno scarno comunicato ufficiale. E in mancanza di motivazioni si è scatenata, sul web, una corsa alle possibili motivazioni della decisione del presidente Mebazaa e ai commenti.

Secondo qualcuno, Rajhi, cui tutti riconoscono onestà e buona volontà, ha pagato la sua poca esperienza in un ministero importantissimo come quello dell'interno. Per altri, l'eredità ricevuta dai precedenti ministri - Seriati e Ganzouai, "partigiani di Ben Ali" - era troppo pesante, soprattutto in un momento in cui molte sono le emergenze, dal problema dell'emigrazione clandestina a quella delle continue proteste per la mancanza di lavoro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.