Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Unità nazionale tunisina per i reati terroristici ha smantellato una cellula composta da tre persone a Kasserine, incaricata dell'approvvigionamento dei gruppi jihadisti che si rifugiano sulle alture della regione (non lontano dal confine algerino).

I tre arrestati hanno confessato di aver tenuto sotto controllo gli spostamenti delle forze dell'ordine, in vista della pianificazione di futuri attacchi. Lo rende noto il ministero dell'Interno di Tunisi specificando che l'inchiesta prosegue sotto il coordinamento del pubblico ministero.

Proprio ieri al termine di un'indagine approfondita, sempre in Tunisia sono stati arrestati 3 estremisti islamici, di cui due donne (una minorenne), specializzati nell'arruolamento e nell'invio di giovani verso i territori di combattimento di Siria e Libia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS