Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un poliziotto morto e altri 59 feriti, una dozzina di commissariati attaccati, 375 manifestanti arrestati: è questo il bilancio fornito dal ministero dell'Interno tunisino dopo le violente proteste scoppiate in tutto il Paese tra mercoledì e venerdì in seguito all'assassinio dell'esponente dell'opposizione Chokri Belaid. Nei dati non è indicato il numero di civili rimasti feriti.

Sabato gli islamisti che sostengono il governo di Ennahda sono scesi in piazza a Tunisi, proprio mentre il partito appare spaccato sull'ipotesi di un governo tecnico per gestire questa fase di emergenza, ipotesi caldeggiata dallo stesso premier Hamadi Jebali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS