Navigation

Turchia: "legami golpisti", 74 mandati d'arresto

Nuova ondata di arresti in Turchia con l'accusa di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 febbraio 2020 - 13:57
(Keystone-ATS)

Nuova ondata di arresti in Turchia con l'accusa di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen, a tre anni e mezzo dal fallito colpo di stato. Sono 74 i mandati di cattura emessi stamani da diverse procure del Paese.

L'operazione più estesa è stata ordinata dai magistrati di Konya, nell'Anatolia centrale, nei confronti di 50 persone accusate di legami con una struttura segreta di gulenisti all'interno delle forze armate.

Blitz per cercare di arrestarli sono stati lanciati in 22 province. Nella provincia occidentale di Balikesir sono stati emessi altri 24 mandati contro funzionari pubblici e agenti di polizia, accusati di essersi infiltrati nelle rispettive istituzioni per conto del gruppo eversivo. Lo riporta Anadolu.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.