Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Idil Eser (foto d'archivio)

Keystone/AP Amnesty International Turkey/

(sda-ats)

La procura di Istanbul ha chiesto fino a 15 anni di carcere per la direttrice di Amnesty International in Turchia, Idil Eser, detenuta da oltre 3 mesi con accuse di "terrorismo".

Insieme a Eser vi sono altri 7 attivisti per i diritti umani, tra cui il tedesco Peter Steudtner e lo svedese Ali Gharavi.

Le richieste di pena riguardano anche altri 2 attivisti attualmente in libertà vigilata. Lo riferisce l'agenzia Dogan. Secondo i magistrati, avrebbero avuto in programma di fomentare il caos "con violenze simili a quelle di Gezi Park" durante la "marcia per la giustizia" da Ankara a Istanbul, condotta tra giugno e luglio dall'opposizione turca.

A giugno, con l'accusa di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gülen, era già finito in manette il presidente di Amnesty in Turchia, Taner Kilic, già legale del blogger italiano Gabriele Del Grande durante il suo fermo ad aprile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS