Navigation

Turchia: 31 arrestati per collegamenti Al Qaida

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2010 - 19:56
(Keystone-ATS)

ANKARA - E' salito a 31, con altre 11 persone fermate ad Ankara, il numero degli individui arrestati oggi in Turchia perché ritenuti coinvolti in attività terroristiche attribuite all'organizzazione islamica al Qaida.
Lo ha reso noto l'agenzia turca Anadolu precisando che nel corso degli arresti effettuati oggi in contemporanea sia nella città di Adana, nella regione orientale del Paese, sia nella capitale, sono state rinvenute e sequestrate armi (tra cui vari fucili mitragliatori Kalashnikov) e munizioni oltre ad un'imprecisata quantità di documenti definiti "sospetti" dalla polizia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.