Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dall'inizio dell'anno il fuoco di risposta della Turchia ad attacchi compiuti dal nord della Siria verso il suo territorio ha ucciso 362 combattenti e ferito altri 123, colpendo in tutto 146 obiettivi in zone sotto il controllo dell'Isis.

Lo ha detto il ministro della Difesa di Ankara, Ismet Yilmaz, in visita nella provincia sudorientale di Kilis, raggiunta oggi per il terzo giorno consecutivo da colpi di mortaio sparati dalla Siria. In Turchia le vittime di attacchi simili dall'inizio dell'anno sono 6.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS