Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Turchia: condannati 2 giornalisti per aver pubblicato vignette Charlie Hebdo (foto d'archivio).

KEYSTONE/EPA/IAN LANGSDON

(sda-ats)

Un tribunale di Istanbul ha condannato a 2 anni di carcere due giornalisti del quotidiano turco di opposizione laica Cumhuriyet, Ceyda Karan e Hikmet Cetinkaya, sotto processo con le accuse di "offesa ai valori religiosi" e "istigazione all'odio".

L'atto sotto accusa è la pubblicazione nel gennaio 2015 delle vignette di Charlie Hebdo dopo l'attacco alla rivista satirica. Lo riferisce lo stesso Cumhuriyet.

Cumhuriyet, noto per la sua opposizione al presidente Recep Tayyip Erdogan, era stato l'unico giornale di un Paese musulmano a pubblicare le vignette. Sul quotidiano turco era apparso un inserto di 4 pagine con articoli dei giornalisti condannati e alcune caricature tratte dal primo numero di Charlie Hebdo dopo l'attacco.

Tra queste non c'era la copertina del giornale satirico francese raffigurante Maometto, ma due versioni ridotte della vignetta erano state comunque riprodotte.

Il processo era iniziato la scorsa estate con oltre 100 querelanti, tra cui alcuni familiari di Erdogan. "Che la nostra condanna a 2 anni di carcere sia il nostro dono ai fascisti liberali", ha twittato dopo la sentenza Ceyda Karan, giornalista molto nota in Turchia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS