Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Turchia continuerà "con decisione" le operazioni militari nel nord dell'Iraq contro il Pkk curdo. Lo ha detto il portavoce del ministero degli Esteri di Ankara, Tanju Bilgic.

In precedenza il ministro degli Esteri iracheno, Ibrahim al Jafari, aveva convocato l'ambasciatore turco a Baghdad per criticare le incursioni turche, definendole violazioni della sovranità irachena.

Jafari ha anche chiesto ad Ankara di cooperare nelle sue iniziative militari con il governo di Baghdad: "La Turchia ha il diritto di difendersi, ma deve esserci coordinamento sul terreno con il governo iracheno e le forze armate irachene".

Una settimana fa la Turchia - che da luglio conduce regolarmente raid aerei in nord Iraq - ha lanciato la sua prima operazione di terra dal 2011 per cercare di catturare alcuni guerriglieri del Pkk.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS