Navigation

Turchia: curdi; Pkk torna all'attacco contro esercito

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 dicembre 2009 - 17:01
(Keystone-ATS)

ANKARA - È di sette militari turchi uccisi e di tre feriti - uno dei quali versa in gravi condizioni - il bilancio finale di uno dei più sanguinosi attacchi sferrati negli ultimi mesi dai militanti del separatista Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk) contro le forze armate turche impegnate da anni contro la guerriglia curda.
La conferma è venuta da Cihangir Guler, il governatore della regione di Resadiye, nella Turchia orientale, dove sono avvenuti gli scontri, il quale ha parlato in diretta con l'emittente televisiva privata Ntv.
La Turchia, come anche Ue e Usa, considera il Pkk un'organizzazione terrorista e lo accusa di essere responsabile della morte di almeno 40'000 persone, per lo più curdi, dall'inizio della rivolta per la costituzione di uno Stato indipendente curdo nel sud-est del Paese nel 1984. Dallo scorso luglio il governo di Ankara ha lanciato una iniziativa di democratizzazione tesa a risolvere l'ultraventennale questione curda.

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?

Non è stato possibile registrare l'abbonamento. Si prega di riprovare.
Hai quasi finito… Dobbiamo verificare il tuo indirizzo e-mail. Per completare la sottoscrizione, apri il link indicato nell'e-mail che ti è appena stata inviata.

Scoprite ogni settimana i nostri servizi più interessanti.

Iscrivitevi ora per ricevere gratuitamente i nostri migliori articoli nella vostra casella di posta elettronica.

La dichiarazione della SRG sulla protezione dei dati fornisce ulteriori informazioni sul trattamento dei dati.