Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier turco Binali Yildrim afferma che Damasco comincia a vedere i curdi come una minaccia e che Ankara sarà molto più attiva in Siria nei prossimi sei mesi per impedire che il Paese possa essere diviso su basi etniche. Lo riferiscono media internazionali.

Negli ultimi giorni il regime siriano ha aperto a sorpresa un nuovo fronte bombardando le milizie curde dell'Ypg che negli ultimi mesi, con l'appoggio aereo della Coalizione, hanno riportato i più importanti successi sul terreno contro l'Isis.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS