Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier incaricato turco, Ahmet Davutoglu, è pronto a rimettere oggi il suo mandato nelle mani del presidente Recep Tayyip Erdogan. Lo afferma l'agenzia di stampa statale Anadolu.

In scadenza domenica prossima, l'incarico di formare un governo era stato affidato a Davutoglu il 9 luglio come leader dell'Akp, prima forza alle elezioni del 7 giugno, in cui per la prima volta dal 2002 il partito non ha ottenuto una maggioranza sufficiente a governare da solo in Turchia. Tutti i colloqui di coalizione con gli altri partiti presenti in parlamento sono però falliti. Ieri Davutoglu aveva anticipato la decisione dopo l'esito negativo del confronto in extremis con il leader dei nazionalisti del Mhp, Devlet Bahceli.

Erdogan ha finora dichiarato che non intende conferire il mandato a Kemal Kilicdaroglu, leader del secondo partito, i socialdemocratici del Chp, come invece richiesto dalle opposizioni. Il capo dello Stato potrebbe dunque indire elezioni anticipate tra 90 giorni o passare la palla al Parlamento, che avrebbe il potere di decidere un ritorno alle urne con tempi dimezzati.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS