Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ANKARA - Ci sono ancora circa 30 minatori turchi intrappolati a 540 metri di profondità in una miniera di carbone nei pressi della città di Zonguldak, sulla costa di Mar Nero, nella Turchia del Nord, che attendono di essere portati in salvo.
Lo ha riferito l'agenzia turca Anadolu smentendo così più rassicuranti notizie circa la loro sorte diffuse ieri pomeriggio da altri media secondo cui gli operai erano tutti vivi e sarebbero stati riportati in superficie in breve tempo.
I minatori sono rimasti bloccati in galleria in seguito a un'esplosione avvenuta durante i lavori di scavo.

SDA-ATS