Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Direzione Affari Religiosi (Diyanet) dello stato turco guidata dal Gran Mufti Mehmet Gormez, la principale autorità religiosa islamica del paese, ha emesso una fatwa contro i tatuaggi, ricordando che sono vietati dal profeta Maometto.

"Una persona che abbia un tatuaggio sul suo corpo dovrebbe cancellarlo. O se non può deve esprimere pentimento verso Dio", precisa la fatwa, citata da Hurriyet online.

"La nostra religione vieta i tatuaggi, il fatto di creare immagini iniettando inchiostro sotto la pelle. Il profeta ha detto 'Allah ha maledetto coloro che cambiano il loro aspetto creato da Dio' ", sottolinea il documento.

In un recente regolamento il governo islamico di Ankara ha fra l'altro vietato i tatuaggi, come pure il trucco o i piercings, nelle scuole.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS