Navigation

Turchia: Kurdistan, 461 morti in scontri da inizio 2012

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2012 - 14:56
(Keystone-ATS)

Gli scontri fra ribelli curdi e forze armate di Ankara hanno fatto dall'inizio dell'anno 461 morti, per lo più nel Kurdistan turco, secondo un bilancio reso pubblico oggi dall'esercito.

In una nota il comando delle forze armate di Ankara ha indicato che 373 guerriglieri curdi e 88 soldati sono stati uccisi negli ultimi otto mesi. Dall'inizio della rivolta indipendentista del Pkk, il Partito dei Lavoratori del Kurdistan, 30 anni fa contro lo stato turco, si ritiene che il conflitto abbia fatto circa 40mila morti.

Il governo turco del premier islamico nazionalista Recep Tayyip Erdogan, che appoggia in Siria i ribelli anti-Assad, ha accusato nelle ultime settimane il governo di Damasco di fornire armi e aiuto logistico ai ribelli curdi del Pkk.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?