Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

C'è un piano del governo turco del premier Recep Tayyip Erdogan per riaprire al culto islamico la celebre basilica bizantina Santa Sofia di Istanbul. Lo conferma oggi il quotidiano pro-governativo Yeni Safak.

Secondo il giornale il piano prevede che Santa Sofia sia usata come moschea ogni giorno il pomeriggio e la sera e che rimanga un 'museo', aperto ai turisti, la mattina. Gli affreschi bizantini della basilica verrebbero offuscati da una 'luce nera', scrive il giornale. L'Islam vieta la raffigurazione di esseri umani nei luoghi di culto.

Da mesi è in corso in Turchia una campagna, con la partecipazione anche di esponenti del governo islamico, per ritrasformare Santa Sofia in moschea. Di recente il quotidiano Radikal ha scritto che Erdgan prevede di recarsi a pregare nella basilica simbolo mondiale della cristianità prima delle presidenziali di agosto, forse già alla data altamente simbolica del 29 maggio, nell'anniversario della conquista ottomana di Costantinopoli nel 1453.

Nei giorni scorsi un deputato uscito da poco dal partito islamico Akp di Erdogan ha presentato in parlamento una mozione per la trasformazione di Santa Sofia in moschea.

SDA-ATS