Tutte le notizie in breve

Il servizio di sicurezza turco Mit avrebbe spiato almeno 300 turchi che vivono in Germania, raccogliendo illegalmente informazioni e foto nei loro confronti.

Lo rivela la Süddeutsche Zeitung, scrivendo che, a margine della Conferenza sulla sicurezza di Monaco dello scorso febbraio, il capo del Mit avrebbe fornito a quello dell'intelligence tedesca Bdn Bruno Kahl una lista con almeno 300 nomi di turchi sospettati di far parte del movimento del predicatore Gulen, che secondo Ankara è dietro il colpo di Stato dell'estate scorsa.

La lista conterrebbe, secondo il quotidiano, anche 200 nomi di associazioni, scuole e asili gestite dal movimento gulenista.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve