Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Osservatori dell'Osce hanno giudicato insufficienti le garanzie democratiche durante la campagna.

KEYSTONE/MANUEL LOPEZ

(sda-ats)

La campagna per il referendum in Turchia sul rafforzamento dei poteri del presidente Recep Tayyip Erdogan non è avvenuta nel rispetto degli standard internazionali.

Lo ha indicato oggi una missione comune di osservatori dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) e del Consiglio d'Europa.

"In generale, il referendum" sul presidenzialismo di ieri in Turchia "non è stato all'altezza degli standard del Consiglio d'Europa. Il contesto legale è stato inadeguato allo svolgimento di un processo genuinamente democratico". Lo ha detto Cezar Florin Preda, a capo della delegazione di osservatori dell'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS