Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ERBIL (IRAQ) - Il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk), ha minacciato oggi di lanciare attacchi dall'Iraq contro tutte le città turche se l'esercito proseguirà l'offensiva contro le basi dei ribelli separatisti turchi nel paese vicino.
"Estenderemo le nostre operazioni a tutte le città turche se il governo proseguirà gli attacchi contro di noi", ha detto un portavoce del Pkk, Ahmed Denis, a Erbil, capitale della regione autonoma del Kurdistan iracheno. "La Turchia vuole portarci alla guerra. Non è sincera nei confronti della questione curda e non vuole trattarla in maniera pacifica", ha aggiunto.
Oggi, al confine fra Turchia e Iraq, si è svolta una sanguinosa battaglia tra le forze armate di Ankara e i militanti del Pkk, che dal 1984 si batte per realizzare uno stato curdo indipendente nel sud-est della Turchia. Il bilancio è di 22 morti - 10 soldati turchi e 12 ribelli - e circa 30 feriti da entrambe le parti.

SDA-ATS