Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Pkk ha rivendicato oggi il rapimento, avvenuto ieri nel Kurdistan turco, del deputato turco del partito di opposizione Chp, il primo parlamentare di Ankara sequestrato dall'inizio della "guerra secessionista" del gruppo armato curdo il 15 agosto del 1984.

In una nota diffusa da un sito vicino ai separatisti curdi, il Pkk ha confermato che il deputato Huseyin Aygun "è detenuto", avvertendo che la massiccia operazione varata dall'esercito per cercare di ritrovarlo potrebbe "porre la sua vita in pericolo".

Secondo la stampa turca 200 uomini delle forze speciali sono stati dispiegati nella valle di Sal dove si ritiene il parlamentare di origine curda possa essere stato trasferito dopo il sequestro.

Gli uomini del Pkk hanno rapito ieri Aygun mentre si spostava in auto nella provincia di Tunceli, nell'Anatolia sud-orientale. Secondo l'edizione online del quotidiano Zaman il Pkk potrebbe però liberare rapidamente il deputato socialdemocratico.

L'azione potrebbe essere stata soprattutto dimostrativa, per attirare l'attenzione sul 28mo anniversario dell'inizio della lotta armata del gruppo separatista mercoledi prossimo.

Il Pkk, che secondo il governo turco è ora appoggiato dalla Siria di Bashar al-Assad - mentre la Turchia sostiene i ribelli sunniti anti-Assad nel paese vicino - ha lanciato una forte offensiva a fine luglio nel Kurdistan turco che ha fatto circa 150 morti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS