Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il parlamento turco, convocato per una sessione straordinaria, ha approvato il rinnovo dell'autorizzazione a compiere missioni all'estero per l'esercito di Ankara, che sarebbe scaduta il mese prossimo.

La mozione, rinnovata annualmente, permette al governo turco di proseguire i raid aerei in Siria contro l'Isis e in nord Iraq contro il Pkk curdo, citati nel documento come le principali minacce alla sicurezza interna.

Il rinnovo è stato votato dall'Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan, dal socialdemocratico Chp e dal nazionalista Mhp. Si è invece opposto il filo-curdo Hdp, ritenendo che la mozione prenda di mira i curdi, che invece sono considerati in prima linea nella lotta al Califfato. Il documento autorizza inoltre il governo a dare il via libera alla presenza di eventuali truppe straniere sul territorio turco, come nel caso di quelle Usa nella base meridionale di Incirlik, da cui sono già partiti raid aerei congiunti della Coalizione internazionale anti-Isis.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS