Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il "no" è in testa nei primi sondaggi sul referendum costituzionale sull'introduzione del presidenzialismo in Turchia, fortemente voluto dal presidente Recep Tayyip Erdogan.

KEYSTONE/AP Presidency Press Service/KAYHAN OZER

(sda-ats)

Il "no" è in testa nei primi sondaggi sul referendum costituzionale sull'introduzione del presidenzialismo in Turchia, fortemente voluto dal presidente Recep Tayyip Erdogan.

Secondo l'istituto di ricerca Gezici, citato dal quotidiano Cumhuriyet, se si andasse oggi alle urne il 58% dei turchi si esprimerebbe contro la riforma, approvata lo scorso fine settimana in via definitiva dal Parlamento, mentre il 42% sarebbe a favore.

In base al sondaggio, voterebbe "no" anche il 70% degli elettori dell'opposizione nazionalista MHP, nonostante il decisivo supporto del partito al presidenzialismo nella Grande assemblea di Ankara, pur tra forti divisioni interne.

Tra gli intervistati, 3 su 4 dichiarano di non essere al momento a conoscenza del contenuto preciso degli emendamenti costituzionali su cui dovrà votare.

La campagna referendaria è appena cominciata. La data esatta della consultazione, prevista a inizio aprile, verrà fissata nelle prossime ore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS