Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È di almeno 21 morti il bilancio degli scontri tra l'esercito turco e i ribelli del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk) scoppiati nella notte vicino alla città di Semdinli, nel sudest della Turchia.

Lo riferiscono i media turchi, che parlano di 5 soldati e 16 ribelli morti nelle violenze registrate dopo l'esplosione di quattro ordigni posizionati dal Pkk che hanno investito un convoglio dell'esercito che transitava tra i villaggi di Baglar e Zorgecit.

Le forze di sicurezza turche hanno replicato all'attacco dei ribelli secessionisti con l'appoggio di elicotteri militari e mezzi blindati. Il Pkk è inserito da Ue, Turchia e Stati Uniti nella lista delle organizzazioni terroristiche. Il movimento dal 1984 combatte contro l'esercito di Ankara per creare uno Stato autonomo nel sudest della Turchia. Dall'inizio del conflitto sono morte finora circa 40mila persone.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS