Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Siete stati Charlie, siete stati Parigi. Sarete Ankara?". Sta diventando virale sul web lo sfogo su Facebook di un cittadino britannico residente ad Ankara.

Dopo l'autobomba che ieri ha provocato almeno 37 vittime nel centro della capitale turca, James Taylor - che racconta di viverci da un anno e mezzo - ha pubblicato un lungo messaggio in cui invita i suoi amici occidentali a guardare alla strage in Turchia con la stessa empatia provata per "attacchi avvenuti a Londra, a New York, a Parigi".

Il suo post ha ricevuto decine di migliaia di condivisioni e commenti. Un sentimento simile a quello espresso dalla stella del Barcellona e della nazionale di calcio turca, Arda Turan, che su Instagram ha pubblicato la sua riflessione accanto alla foto della marcia dei leader mondiali a Parigi dopo l'attentato di novembre: "I terroristi stanno cercando di destabilizzare la pace e la fratellanza nel mio Paese. Non è solo un mio problema, non è solo vostro ma è nostro. Oggi il mio Paese sta sanguinando, domani potrebbe essere il vostro. Oggi è il momento per tutti voi di essere in totale solidarietà con la mia amata Turchia. È arrivato il mondo di unirci contro ogni genere di terrorismo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS