Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tre generali in pensione, Cetin Degan, Ozden Ornek e Ibrahim Firtina, accusati di essere gli ispiratori di un presunto golpe ideato nel 2003 per rovesciare il governo di Recep Tayyip Erdogan, sono stati condannati oggi all'ergastolo.

La corte di Silivri (Istanbul) ha però precisato che i tre dovranno scontare solo 20 anni di carcere.

Altri due generali, Ergin Saygun, e Bilgin Balanli sono stati condannati a 18 anni di carcere secondo la Tv privata Ntv. I giudici hanno per altro verso assolto 34 dei 365 imputati, in maggioranza alti ufficiali dell'esercito, accusati di avere immaginato una strategia della tensione, con attentati e perfino una possibile guerra con la Grecia, per fare cadere il governo islamico. Gli accusati hanno negato tutti gli addebiti, denunciando il processo come "illegale e iniquo" con tanto di prove fabbricate.

L'opposizione ha denunciato una 'caccia alle streghe', lanciata per fare il gioco degli interessi di potere del governo di Erdogan e del suo partito islamico nazionalista.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS