Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Turisti in Egitto.

KEYSTONE/EPA/MOHAMED HOSSAM

(sda-ats)

L'insicurezza a livello geopolitico attuale fa meno paura agli Svizzeri rispetto all'anno scorso. Per le festività autunnali, le agenzie di viaggio registrano un incremento verso mete quali l'Egitto e la Tunisia.

Rispetto all'anno scorso, per esempio le prenotazioni verso l'Egitto sono salite del 26%, ha indicato una portavoce di Hotelplan Suisse all'ats. Maggiori prenotazioni sono attese per i mesi autunnali e invernali. Per la Tunisia, l'incremento è stato dell'85%. Insomma, il fatto che negli ultimi tempi non vi siano stati attentati in questi Paesi ha giovato.

Anche i clienti di TUI Suisse sono ritornati a prenotare le vacanze in Egitto (+60%) e in Tunisia (+80%), secondo una portavoce dell'agenzia di viaggio. Lo stesso scenario si è ripetuto per Kuoni Svizzera. Ad aiutare sono anche i prezzi bassi verso queste destinazioni.

Ad ogni modo, hanno fatto notare le tre società, i livelli di prenotazione verso i tre Paesi in questione rimangono in cifre assolute ancora basse dopo il tracollo registrato l'anno scorso.

Per quanto riguarda la Turchia, la situazione politica instabile non invoglia certo i turisti elvetici, anche se alcuni operatori si dicono soddisfatti col livello delle riservazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS