Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

TV analogica scomparirà in Ticino entro 7 luglio

Anche in Ticino, come ultima regione della Svizzera, l'offerta di trasmissioni televisive analogiche sta per scomparire. Stando a una nota odierna di UPC Cablecom, tra il 23 giugno e il 7 luglio verranno disattivati gli ultimi 29 canali.

Ventidue di questi verranno ritirati dalla programmazione il 23 giugno, mentre i sette restanti (RSI LA 1, RSI LA 2, TeleTicino, Rai 1, Canale 5, SRF 1 e RTS Un) saranno disattivati il 7 luglio. L'operatore via cavo consiglia a tutti i clienti di informarsi sull'apposito sito web www.upc-cablecom.ch/ticino.

Non sono interessati dalla disattivazione i clienti che usufruiscono già della TV digitale e chi guarda ancora la televisione analogica ma dispone di un apparecchio con un tuner DVB-C integrato (solitamente i modelli prodotti dopo il 2010).

A chi possiede invece un televisore a tubo catodico o un vecchio modello a schermo piatto e non vuole sostituirlo né pagare per un abbonamento digitale, UPC Cablecom fornisce un convertitore in prestito gratuito per ciascuna economia domestica che ne faccia richiesta. Questo trasforma il segnale digitale in analogico, consentendo di ricevere la programmazione digitale anche se le immagini rimangono in bassa risoluzione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.