Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Uber non viola la legge inglese. Lo ha stabilito l'Alta corte di Londra in quella che rappresenta una sonora sconfitta per i taxi neri della capitale britannica.

Secondo il tribunale, la nota applicazione usata per chiamare un'auto con conducente privato, il cosiddetto minicab, non funziona come un tassametro, riservato quindi ai soli taxi 'ufficiali' londinesi, i 'black cab'.

L'organizzazione che li riunisce, la Licensed Taxi Drivers' Association (Ltda), aveva avviato l'azione legale contro il servizio americano che è molto diffuso nella capitale del Regno. "Siamo pronti a fare appello", ha detto il presidente della Ltda, Richard Massett.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS