Uber - società americana che offre servizi di trasporto attraverso un'applicazione mobile - perde un altro pezzo. Cameron Poetzscher, il manager responsabile per gli accordi della società, si dimette in seguito ad accuse di molestie sessuali.

La sua uscita di scena lascia un vuoto nella divisione finanziaria dell'azienda, che si avvia allo sbarco in borsa, riferisce il Wall Street Journal. Era stato proprio lo stesso quotidiano ad aver rivelato lo scorso mese le accuse di molestie avanzate contro il dirigente, già sanzionato dalla società. Le dimissioni hanno effetto immediato.

Poetzscher ha supervisionato gli accordi più importanti siglati da Uber, incluso l'investimento da 7,7 miliardi di dollari da parte di Softbank e la vendita delle attività del sud est asiatico.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.