Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'arco di due settimane UBS ha chiuso, con un pagamento di 120 milioni di dollari agli investitori, la terza vertenza legale negli Stati Uniti dovuta ad operazioni precedenti la crisi finanziaria: la maggiore banca svizzera ha così finora versato globalmente oltre un miliardo di dollari.

Secondo quanto messo agli atti giudiziari pubblicati ieri sera, la querela riguardava titoli della Lehman Brothers, per un valore di quasi un miliardo di dollari, che UBS ha venduto fra il marzo del 2007 ed il settembre del 2008, quando la banca d'investimento è poi fallita. Gli investitori rimproveravano all'istituto elvetico di averli ingannati nella vendita di prodotti finanziari complessi. L'accordo deve ancora essere avallato da un tribunale di Manhattan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS