Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - UBS è pronta ad incontrare le autorità al più alto livello. In una lettera indirizzata alle commissioni di gestione e alla presidente della Confederazione, la banca si dice disposta al dialogo.
"È un buon segnale", ha detto oggi all'ATS il consigliere agli Stati Hans Hess (PLR/OW) confermando un'informazione pubblicata da "Matin Dimanche" e "SonntagsZeitung". Il vicepresidente del gruppo di lavoro all'origine del rapporto pubblicato lunedì scorso non intende però fare rivelazioni sul contenuto della lettera.
Secondo i due domenicali, l'UBS è disposta a discutere della creazione di una commissione di esperti indipendenti, come raccomandato nel rapporto delle commissioni di gestione.
Dal canto suo, Peter Siegenthaler, capo dell'Amministrazione federale delle finanze ritiene che si debba sporgere denuncia contro gli ex dirigenti dell'UBS e a farlo dovrebbe essere la banca stessa.
È la soluzione migliore, ha affermato il presidente della commissione di esperti del Consiglio federale incaricata di limitare i rischi legati alle grandi banche. A suo avviso, questo passo non può essere evitato per ragioni politiche e giuridiche.

SDA-ATS