Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo UBS, ora tocca a Credit Suisse: Dominique Biedermann, direttore della fondazione Ethos, esprime profonda soddisfazione per l'esito dell'assemblea generale di UBS ieri a Basilea e annuncia battaglia anche nei confronti del secondo gigante bancario elvetico.
Presso Credit Suisse gli eccessi del sistema retributivo sono ancora peggiori, afferma Biedermann in un'intervista pubblicata oggi dal "Tages-Anzeiger". Nella prossima riunione ordinaria Ethos - organizzazione che riunisce oltre 80 investitori attenti al buon governo di impresa - inviterà a votare contro il rapporto sulle remunerazioni e contro il presidente del comitato del consiglio di amministrazione (in carica dal 2004) che si occupa dei salari dei top manager.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS