Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Dopo UBS, ora tocca a Credit Suisse: Dominique Biedermann, direttore della fondazione Ethos, esprime profonda soddisfazione per l'esito dell'assemblea generale di UBS ieri a Basilea e annuncia battaglia anche nei confronti del secondo gigante bancario elvetico.
Presso Credit Suisse gli eccessi del sistema retributivo sono ancora peggiori, afferma Biedermann in un'intervista pubblicata oggi dal "Tages-Anzeiger". Nella prossima riunione ordinaria Ethos - organizzazione che riunisce oltre 80 investitori attenti al buon governo di impresa - inviterà a votare contro il rapporto sulle remunerazioni e contro il presidente del comitato del consiglio di amministrazione (in carica dal 2004) che si occupa dei salari dei top manager.

SDA-ATS