Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

UBS: Ermotti, problema "too big to fail" è risolto

UBS, rischio "too big to fail" scongiurato.

KEYSTONE/MELANIE DUCHENE

(sda-ats)

Secondo il presidente della direzione di UBS Sergio Ermotti, la sua banca non corre oggi nessun rischio di fallimento. In un'intervista concessa alla "SonntagsZeitung", il manager luganese difende il salvataggio di UBS di dieci anni fa.

Critica però la politica dei tassi d'interesse operata oggi dalla Banca nazionale Svizzera (BNS), che lascerebbe troppo poco spazio di manovra in caso di una nuova crisi.

Il CEO 58enne di UBS non ha dubbi: il problema "too big to fail" è stato risolto. Tutto il resto sono solo "spauracchi". La regolamentazione più severa adottata negli ultimi dieci anni è stata necessaria, anche se ha penalizzato l'UBS in termini di crescita.

Pur ammettendo l'importanza delle misure adottate il seguito alla crisi, Ermotti critica tuttavia i "guardiani della valuta" elvetica. È sorprendente, afferma il ticinese, che nel rapporto sulla stabilità della BNS si tematizzi la questione della crescita delle grandi banche come un rischio. "Penso che i rischi maggiori siano costituiti dai tassi di interesse negativi e dalle dimensioni del bilancio della Banca nazionale", afferma.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.