Navigation

UBS: Kaspar Villiger difende retribuzioni accordate a Axel Weber

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 luglio 2011 - 14:51
(Keystone-ATS)

Il presidente del consiglio di amministrazione di UBS Kaspar Villiger difende le retribuzioni milionarie previste per il suo successore designato Axel Weber. "C'è un mercato al quale dobbiamo adattarci", ha dichiarato oggi alla "SonntagsZeitung".

Axel Weber, se sarà eletto dall'assemblea generale degli azionisti nel maggio 2012, riceverà una remunerazione di 2 milioni di franchi all'anno e 200'000 azioni UBS, che rimarranno bloccate per un anno. Inoltre, in occasione della sua elezione alla presidenza, otterrà un tantum di due milioni di franchi e di 200'000 titoli UBS bloccati per quattro anni, ha fatto sapere la banca venerdì.

Il numero uno bancario elvetico ha fatto di tutto per attirare Weber, che ha lasciato la Bundesbank nell'aprile scorso, ha spiegato Villiger. Se la decisione non fosse stata presa rapidamente, Weber si sarebbe già accasato in altri lidi.

Weber è il solo candidato alla presidenza di UBS. Se verrà eletto nel maggio 2012, diventerà vice-presidente non indipendente prima di assumere la guida dell'organo di sorveglianza nel 2013.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?