Navigation

UBS: non sussiste rischio bolla immobiliare

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2011 - 12:55
(Keystone-ATS)

Il mercato svizzero dell'immobile va a gonfie vele, ma non presenta rischi di bolla immobiliare. Il relativo indice calcolato dall'UBS (Swiss Real Estate Bubble Index), è aumentato solo leggermente nel secondo trimestre.

Il barometro si è attestato a 0,65 punti, pari a un incremento di 0,02 punti rispetto ai tre mesi precedenti, si legge in una nota della banca. L'UBS considera che vi sia una situazione di rischio con valori superiori a 1.

L'indice - ricalcolato fino al 1982 - aveva raggiunto il massimo di 2,5 punti all'inizio degli anni Novanta, al momento del picco dell'ultima bolla immobiliare elvetica, rammenta l'UBS.

L'indicatore segnala che le regioni di Zurigo, Ginevra e Losanna presentano i maggiori rischi, seguite dagli agglomerati di Zugo, Pfannenstil (ZH), March (SZ), Vevey e Nyon (VD), Zimmerberg (ZH) e Davos (GR).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?