Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In alcune regioni della Svizzera lo scorso anno si sono verificati aumenti troppo marcati dei prezzi delle abitazioni, secondo l'UBS. Per gli esperti della banca ciò comporta alcuni rischi per il mercato immobiliare.

Ad esempio in certe zone nella regione di Zurigo, sul Lemano, a Zugo o nelle località turistiche di prestigio si potrebbe giungere a correzioni dei prezzi con conseguenze a lungo termine.

Daniel Kalt, capo economista dell'UBS, ha invitato oggi in una conferenza stampa tenuta a Zurigo ad essere prudenti. Secondo l'esperto, la crescita dei prezzi sul mercato immobiliare nel 2011 dovrebbe essere leggermente inferiore ai ritmi registrati negli ultimi anni.

La situazione non è invece allarmante nel resto del paese. I redditi, i tassi di interesse e la domanda sono a livelli robusti e impediscono la formazione di bolle immobiliari generalizzate. Si aggiungono l'immigrazione e la ripresa economica, ha aggiunto Kalt, rammentando che inoltre gli immobili commerciali hanno superato bene la crisi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS