Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

UBS: salari saliranno dell'1%, ma saranno erosi dall'inflazione

L'incremento retributivo per gli operatori attivi nel comparto dei servizi sanitari e sociali, viene calcolato in un +0,8% (foto d'archivio)

(sda-ats)

Si profila in Svizzera un aumento dei salari: un'indagine di UBS condotta presso 324 aziende indica che in termini nominali nel 2019 ci si può attendere una crescita media delle retribuzioni dell'1%.

In termini reali l'incremento sarà tuttavia pari a zero, visto che anche l'inflazione salirà nelle stesse proporzioni.

La situazione varia a seconda dei rami economici: per i dipendenti del settore dei media i salari nominali dovrebbero progredire solo dello 0,5%, ma poco rallegrante è anche la previsione per gli operatori attivi nel comparto dei beni di consumo e dei servizi sanitari e sociali, per i quali l'incremento retributivo viene calcolato in un +0,8%. Solo l'industria farmaceutica e chimica potrà contare su aumenti reali.

UBS ha interrogato le aziende anche relativamente agli sviluppi dell'economia: circa i due terzi prevedono per il 2019 una crescita economica moderata, il 30% una stagnazione, mentre nessuno si aspetta un calo. Quanto alla disoccupazione, il 69% dei partecipanti al sondaggio ritiene che il tasso di disoccupazione attuale del 2,6% rimarrà invariato anche nel prossimo anno.

UBS dal canto suo pronostica per il 2019 una crescita dell'1,6% dopo la forte ripresa economica del 2,9% di quest'anno. Il tasso di disoccupazione dovrebbe scendere al 2,5%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.