Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Utile netto di 2,07 miliardi di franchi nel terzo trimestre 2015 per UBS, una somma quasi triplicata rispetto ai 762 milioni realizzati un anno fa nello stesso periodo.

La progressione si spiega in particolare con effetti eccezionali, ha indicato oggi il numero uno bancario elvetico. La performance riflette infatti l'attivazione nel periodo in rassegna di crediti d'imposte per 1,3 miliardi di franchi, precisa UBS. L'utile ante imposte rettificato dagli elementi eccezionali ammonta a 979 milioni e supera del 16% quello del terzo trimestre 2014.

L'utile netto ha ampiamente superato le attese degli analisti consultati dall'agenzia stampa economica awp.

Nuovo direttore finanziario

Parallelamente ai risultati del terzo trimestre, UBS annuncia diversi cambiamenti ai vertici per il primo gennaio 2016. In particolare Tom Naratil cederà il posto a Kirt Gardner quale capo delle finanze (CFO).

Naratil, arrivato all'UBS nel 2000 a seguito dell'acquisto dell'istituto americano Paine Webber, assumerà la presidenza delle attività di gestione patrimoniale della regione Americhe (Wealth Management Americas) e di UBS Americas. Il suo successore Gardner lavora per la banca dal 2013, dopo aver servito per dieci anni Citicorp.

Altri cambiamenti intervengono alla direzione generale e nel consiglio d'amministrazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS