Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

UBS si trova nel mirino delle autorità belghe: un giudice istruttore ha avviato indagini nei confronti del numero uno bancario elvetico per riciclaggio di denaro nell'ambito di una organizzazione criminale. Una portavoce della procura di Bruxelles ha confermato oggi alla Reuters un'informazione in tal senso pubblicata venerdì dalla rivista settimanale "M... Belgique" e di cui la "Neue Zürcher Zeitung" ha riferito sabato.

La portavoce non ha fornito ulteriori informazioni. Resta aperta la questione se si arrivi a una denuncia e a un processo. A Zurigo UBS ha dichiarato di non sapere nulla di queste indagini e di non poter dire niente in proposito.

Secondo "M... Belgique" il numero uno bancario elvetico, tramite la sua filiale attiva nella gestione di capitali UBS Belgium, avrebbe aiutato negli ultimi dieci anni capi di imprese, sportivi, commercianti in diamanti, celebrità e ricchi contribuenti belgi ad aprire conti offshore in Svizzera non dichiarati alle autorità fiscali. UBS Belgium è presente a Bruxelles, Anversa e Gand. I banchieri di UBS avrebbero incontrato i loro clienti o potenziali clienti in hotel belgi, cosa questa non legale.

UBS è oggetto di indagini simili anche in Francia e Germania. Le autorità francesi sospettano che la banca abbia venduto prodotti finanziari che servivano a eludere il fisco. In Germania la procura di Bochum indaga su aiuti all'evasione fiscale.

SDA-ATS