Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

UBS lancia un nuovo indice globale per misurare i rischi di bolla immobiliare in 15 grandi centri finanziari. A Ginevra e a Zurigo i prezzi sono certo eccessivi, ma ancora abbordabili nel confronto internazionale.

I mercati immobiliari residenziali nella maggior parte delle città esaminate sono sopravvalutati, rileva il "Global Real Estate Bubble Index" presentato per la prima volta oggi ai media a Zurigo dalla grande banca che già pubblica trimestralmente lo "Swiss Real Estate Bubble Index".

Mentre Londra (1,88) e Hong Kong (1,67) sono "a rischio di bolla" (>1,5), le due città elvetiche considerate - Ginevra e Zurigo - presentano valori di rispettivamente 0,91 e 0,86, rientrando così tra le metropoli "sopravvalutate" (tra 0,5 e 1,5). Nella stessa categoria vengono inserite Sydney (1,39), Vancouver (1,35), San Francisco (1,15), Amsterdam (1,07), Parigi (0,77), Francoforte (0,76), Tokyo (0,60) e Singapore (0,56).

New York (0,19) e Boston (0,15) sono considerate "correttamente valutate" (tra -0,5 e +0,5) e solo Chicago (-0,70) risulta "sottovalutata" (tra -1,5 e -0,5).

La nozione di bolla va interpretata come "chiara e durevole valutazione errata del valore immobiliare", spiegano gli autori dello studio. Per il responsabile del settore immobiliare presso UBS, Claudio Saputelli, la bolla non può essere provata in maniera inequivocabile prima che scoppi, ma i dati storici mostrano modelli ricorrenti di eccessi sul mercato immobiliare. Pertanto è di importanza fondamentale riconoscere per tempo gli indizi di una bolla. A tal scopo è stato lanciato questo indice.

UBS paragona anche l'accessibilità a un bene immobiliare calcolando un tasso "prezzo-reddito" che definisce quanti anni una persona qualificata del settore terziario deve lavorare per riuscire ad acquistare un appartamento da 60 mq vicino al centro città. I ginevrini dovrebbero pazientare quasi sette anni, i zurighesi circa sei. Le due città si rivelano piuttosto vantaggiose nel confronto con Hong Kong (21 anni), Londra (14) e Parigi (13). Il livello più basso si ha a Chicago (5).

La grande banca ha anche creato un tasso "prezzo-affitto" che misura il rapporto tra prezzo d'acquisto e prezzo di locazione. In questo caso Zurigo batte tutte le città prese in considerazione: serve l'equivalente di 36 affitti annui per comprare un alloggio paragonabile, a Ginevra 33.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS