Navigation

UBS studia tassa contro ulteriori flussi di franchi

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2011 - 22:00
(Keystone-ATS)

UBS sta valutando l'introduzione di tasse supplementari come misura contro l'afflusso di franchi da altre banche. Il provvedimento interesserebbe gli istituti di credito che hanno presso UBS un cosiddetto conto cash-clearing.

Se continueranno ad esserci dei flussi netti in questi conti, andranno adottate contromisure, ha comunicato oggi UBS alle altre banche attraverso il sistema d'informazione Swift.

L'istituto di credito ha avvisato le banche affinché mantengano il più basso possibile gli importi nei relativi conti in franchi. Il problema sarebbe dovuto al fatto che le banche straniere, a causa del franco forte, mettono la liquidità in eccedenza in conti cash-clearing in Svizzera anche se questi non sono pensati per questo scopo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?