Sono più di 2700 gli agenti di polizia delle regioni del sud-est russofono dell'Ucraina silurati o licenziatisi di propria volontà dall'inizio della crisi. Secondo il consigliere del ministero dell'Interno di Kiev, Anton Gherashenko, citato dall'agenzia Interfax, 1490 agenti delle regioni di Lugansk e Donetsk non hanno contrastato i separatisti o si sono rifiutati di trasferirsi in altre città e sono stati quindi epurati, mentre altri 1227 hanno lasciato la polizia di propria volontà rifiutandosi di servire sotto il nuovo potere di Kiev.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.