Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 300 manifestanti filo-russi hanno preso d'assalto la sede dell'ufficio del procuratore regionale di Donetsk. Almeno quattro poliziotti sono stati feriti. La folla ha lanciato pietre contro l'edificio e i poliziotti in tenuta antisommossa intervenuti a difesa del del sito, circa un centinaio, che hanno risposto all'attacco della folla con granate stordenti e gas lacrimogeni. I poliziotti sono stati picchiati e disarmati dalla folla, al grido di "fascisti fascisti!".

Inatnto almeno 60.000 persone sono sfilate in corteo a Simferopoli, in Crimea, sventolando bandiere russe e ritratti del presidente Vladimir Putin per festeggiare il primo maggio. "Siamo la Russia", "Putin è il nostro presidente", si leggeva su molti cartelli.

Altre migliaia di persone, 8.000 secondo la polizia, sono scese in piazza a Sebastopoli, porto di attracco della flotta russa del Mar Nero, rispondendo all'appello delle autorità municipali.

SDA-ATS