Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il consigliere federale Didier Burkhalter, capo del dipartimento degli affari esteri (Dfae), condanna le nuove violenze in Ucraina e il bombardamento di quartieri residenziali a Mariupol, che ha causato la morte di almeno 30 civili e numerosi feriti.

Burkhalter, in un comunicato diramato in serata dal Dfae, manifesta preoccupazione per la escalation della violenza nell'est dell'Ucraina. "La morte di civili, tra cui donne e bambini, è inaccettabile". La Svizzera, si legge nella nota, "rivolge un appello a tutte le parti affinché rispettino i principi del diritto internazionale umanitario".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS