Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Ucraina: Consiglio d'Europa, obblighi per parti in conflitto

La comunità internazionale deve rendere più semplici per i cittadini ucraini le procedure per la richiesta dello status di rifugiato. Questa è una delle richieste che l'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa rivolge alla comunità internazionale nel rapporto votato questo pomeriggio sulla situazione umanitaria in Ucraina.

Nel testo, per cui hanno votato a favore 140 parlamentari sui 155 presenti in aula, ci sono inoltre richieste precise anche al governo ucraino e a quello russo. L'assemblea chiede innanzitutto a tutte le parti in conflitto di rispettare e mettere in atto gli accordi di Minsk del 4 e 19 settembre 2014. Chiede anche il rilascio e lo scambio di tutti i prigionieri di guerra e di tutte le persone detenute a causa del conflitto.

Le parti devono inoltre assicurare l'accesso immediato e senza ostacoli in tutti i momenti e in tutte le aree del conflitto a chi presta aiuti umanitari o deve condurre inchieste. Al governo ucraino e agli enti investigativi internazionali devono inoltre essere fornite tutte le prove e le informazioni che permettano di indagare sulle accuse di atrocità e violazioni dei diritti umani commesse sul territorio ucraino. Alla Russia invece è richiesto di "astenersi dalla destabilizzazione dell'Ucraina".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.