Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Alta corte di Kiev ha giudicato inammissibile il nuovo appello presentato dalla leader dell'opposizione ucraina in carcere Iulia Timoshenko contro la sua condanna a sette anni per abuso di potere. Si trattava del secondo ricorso (presentato il 9 ottobre) dopo che, poco più di un mese fa, la stessa corte ne aveva già respinto uno.

Timoshenko aveva presentato appello alla luce di una sentenza della corte di Strasburgo del 30 aprile secondo cui la sua carcerazione preventiva era stata arbitraria. Il 6 settembre l'Alta corte ha però giudicato inammissibile il ricorso perché la sentenza della corte europea dei diritti dell'Uomo riguarda solo la carcerazione preventiva e non la condanna in sé.

La reclusione dell'ex premier sembra essere un grave ostacolo all'accordo di associazione tra Ucraina e Ue che potrebbe essere siglato a fine novembre a Vilnius.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS